Area Famiglia & Anziani

Ricerca nel nostro sito

080.503.87.94

IMG 20171026 WA0022

La famiglia è un’unità complessa e, per promuovere il suo benessere, è necessario che si lavori su ognuno degli elementi che la compongono, facendo attenzione che, per ognuna di essa, si individui non solo l’esatto bisogno, ma si riesca a riconoscere le risposte più adeguate.

Lo Staff del Centro Circumnavigando, lavora su ogni famiglia immaginando un "percorso".

Il concetto di “percorso”, piuttosto che quello di “intervento” o di “programma”, sottolinea l’importanza di una progettazione basata su uno specifico contesto, sulla mappatura dei bisogni e la possibilità di eventuali revisioni e cambiamenti in itinere.

I Percorsi sono pensati come luoghi della fiducia, della speranza e dell’impegno, in cui il codice affettivo e quello etico si intrecciano: si basano sulla fiducia nelle risorse del legame familiare, sulla speranza che tali risorse emergano, vengano riconosciute e messe in atto e sull’impegno nel perseguire l’obiettivo di incrementare la qualità delle relazioni e di prospettare modalità diverse con cui far fronte alle sfide che si manifestano lungo la vita della famiglia.

Fondamentale per una famiglia che vuole crescere ed evolversi costruendo un nuovo percorso è sapere cosa il territorio offre e a quali Servizi può accedere, per migliorare la propria organizzazione e il proprio funzionamento.

Attività Laboratoriali

Sartoria , Falegnameria di quartiere, yoga e meditazione, informatica, tradizioni culinarie, lingua inglese, laboratorio di pasticceria

Attività di spazio neutro

spazio neutroE' un luogo nel quale è possibile tutelare il diritto del bambino a conservare la relazione con entrambi i genitori e, più in generale, grazie al monitoraggio di uno psicologo, fornire un contenitore alla gestione degli incontri tra minori e adulti in situazioni particolarmente conflittuali.

Gli obiettivi che perseguiamo, sono:

  • Preservare le relazioni del bambino con i propri genitori e altresì, se del caso, con i suoi familiari (parenti);
  • Permettere al bambino di mantenere, ritrovare, creare con i propri genitori e/o parenti stretti legami relazionali sicuri e continui, preservando nel suo rispetto le posizioni e le funzioni parentali (genitori, nonni, ecc..);
  • Accompagnare i genitori a ritrovare la capacità di accoglimento del figlio e delle sue emozioni;
  • Favorire, nella funzione mediatrice e neutra ("terza") dello spazio neutro, una continuità e regolarità della pratica del diritto di visita esercitato dal genitore non affidatario verso il bambino;
  • Favorire l'attuazione di soluzioni concrete e praticabili là dove una separazione o un divorzio dei genitori sono in corso o sono già avvenuti, sostenendo il bambino e aiutandolo a ri-posizionarsi nella nuova situazione inter relazionale genitoriale e parentale.
  • Favorire la ri-appropriazione di competenze e responsabilità genitoriali e l’organizzazione e la gestione autonoma degli incontri.
  • Preservare le relazioni del bambino con i propri genitori e altresì, se del caso, con i suoi familiari (parenti);
  • Permettere al bambino di mantenere, ritrovare, creare con i propri genitori e/o parenti stretti legami relazionali sicuri e continui, preservando nel suo rispetto le posizioni e le funzioni parentali (genitori, nonni, ecc..);
  • Accompagnare i genitori a ritrovare la capacità di accoglimento del figlio e delle sue emozioni;
  • Favorire, nella funzione mediatrice e neutra ("terza") dello spazio neutro, una continuità e regolarità della pratica del diritto di visita esercitato dal genitore non affidatario verso il bambino;
  • Favorire l'attuazione di soluzioni concrete e praticabili là dove una separazione o un divorzio dei genitori sono in corso o sono già avvenuti, sostenendo il bambino e aiutandolo a ri-posizionarsi nella nuova situazione inter relazionale genitoriale e parentale.
  • Favorire la ri-appropriazione di competenze e responsabilità genitoriali e l’organizzazione e la gestione autonoma degli incontri.

Consulenza psicologica, pedagogica e legale

consulenza psicologicaSia i minori segnalati che i rispettivi genitori, possono accedere al servizio di consulenza psicologica non solo se prescritto all’interno del percorso di “Messa alla prova”, ma anche a seguito di una richiesta spontanea;

Percorsi di mediazione

mediazione familiare

E' un intervento che attribuisce priorità all’interesse dei figli, mediante un processo di negoziazione dei conflitti e di responsabilizzazione dei genitori.

Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono:

  • Favorire una più funzionale riorganizzazione della famiglia attraverso la comunicazione e la negoziazione;
  • Promuovere le responsabilità genitoriali di entrambi i componenti della coppia;
  • Prevenire i pericoli di disagio e di rischio psicologico e sociale, in particolare per quei minori coinvolti nella separazione della coppia.

Sostegno alla genitorialità

sostegno genitorialitaIn sinergia con la consulenza psicologica, i genitori potranno usufruire del sostegno alla genitorialità per potersi confrontare con il gruppo dei pari su metodi e stili educativi e per elaborare il senso di colpa che spesso scaturisce di fronte a condotte devianti dei figli.

Giornata del Dono

giornata del dono

La Giornata del Dono è un momento di scambio di conoscenze, di emozioni e di beni finalizzato al contrasto delle povertà educative ed economiche.

Lo psicologo del centro è disponibile per consulenze individuali e momenti di formazione destinati ai genitori; l’assistente sociale è disponibile per fornire informazioni sui servizi di orientamento al lavoro; l’educatore professionale è disponibile per l’ascolto di difficoltà relazionali tra i pari, tra genitori-figli e nella coppia; l’educatore crea momenti di aggregazione finalizzati alla creazione di nuovi legami amicali e all’animazione per bambini e ragazzi.

Inoltre, gli educatori del Centro insieme ai cittadini disponibili, organizzano il pranzo, recandosi presso la struttura decentrata della cooperativa Gea abilitata alla preparazione dei pasti.

Il momento del pranzo insieme sarà il momento di estrema condivisione in cui si cementeranno i nuovi legami ed in cui l’uno potrà diventare tutore del disagio dell’altro: l’obiettivo è quello di creare famiglie di sostegno in grado di supportare le fragilità educative ed economiche di una data fascia di popolazione

Social Street

social streetL'obiettivo del Social Street è quello di favorire la socializzazione con i vicini della propria strada di residenza al fine di instaurare un legame, condividere necessità, scambiarsi professionalità, conoscenze, portare avanti progetti collettivi di interesse comune e trarre quindi tutti i benefici derivanti da una maggiore interazione sociale, attraverso azioni in autogestione realizzate dagli stessi cittadini destinatari del Servizio.

Il senso della social street è quello di realizzare uno scambio reciproco senza scopo di lucro; ognuno dà ciò che può dare, può esporre un problema, un bisogno, una necessità alla quale gli altri membri del gruppo possono offrire una soluzione.

Il senso è la rigenerazione dei legami sociali e della fiducia.

welfare comune Barilogo GEAPROGETTO CITTAfondazioneministero del lavoro

GEA Soc. Coop. Sociale
SOCIETA' CAPOFILA

via Venezia, 13 - 70122 Bari (BA)
Tel. 080.530.64.15
Fax: 080.530.36.27
cooperativageabari.it

logo